Logo Loading

Enter your keyword

Titoli di Funzione

  •         Arpia: La differenza tra un dannato che sa perfettamente come funziona lo status, cosa dà lustro o infamia ed un’Arpia è che quest’ultima ha il potere di far ratificare il proprio giudizio e farlo rendere pubblico. Il commento di un’Arpia è ciò che i dannati di un Dominio prendono ad esempio e quando il Maestro delle Arpie lo ratifica il lustro o l’infamia per un determinato dannato diventano legge.
  •         Boia: è il dannato che si occupa di eseguire punizioni, torture o esecuzioni. Spesso si tratta di individui esperti tanto nella medicina umana quanto nei limiti mistici dei dannati.
  •         Conestabile: è alle dirette dipendenze del Maestro delle Arpie. Quando una disputa tra due Cainiti non può essere risolta in relazione al divario di status, entra in gioco il Conestabile, che approfondirà l’indagine al fine di trovare un verdetto basato sui fatti e non sulla credibilità o rilevanza dei contendenti.
  •         Custode dell’Elysium: Quando un Elysium è in vigore la sacralità del luogo non è in discussione, ma la sua accoglienza, la gradevolezza e la sicurezza sono diretta responsabilità del Custode. Durante gli Elisia, egli può impartire ai Pretori ordini relativi alla sicurezza.
  •         Flagello: è un dannato al servizio di un Pretore. Entrambi i Pretori (sia Urbano che Peregrino) possono nominare un numero indefinito di Flagelli. Per convenzione si distinguono in Flagelli Urbani e Flagelli Peregrini, ma di fatto eseguono ordini allo stesso modo.
  •         Frusta: è il braccio destro di un Primogenito. Ogni Clan nomina la propria Frusta e definisce i suoi compiti in relazione ai suoi usi e costumi. Di certo le Fruste hanno un ruolo specifico nel clan al di sopra degli altri comuni membri e questo si riflette anche nella comunità del Dominio.
  •         Giullare: è un Cainita che ha perso la propria credibilità, viene deriso e insultato impunemente.
  •        Maestro delle Arpie: è un vampiro estremamente influente, il suo giudizio può stravolgere l’esistenza di ogni Cainita del Dominio. Depositario dei censimenti e dei registri, amministra la giustizia in funzione del principio base della Camarilla: lo Status. Inimicarsi il Maestro delle Arpie spesso porta a disastrose disavventure fatte di pubblico scherno e mansioni umilianti, così come impressionandolo si può giungere facilmente a posizioni sociali privilegiate e invidiabili.
  •         Primogenito: è il portavoce formale di un Clan all’interno del Dominio. Questo non implica che il Primogenito sia necessariamente il più anziano o il più influente, ma che spesso la sua parola è il volere dell’intera comunità di quel clan. Inimicarselo significa speso inimicarsi il suo intero Clan. Non detiene un grande potere effettivo sul Dominio, tranne per il fatto che può partecipare al “Consiglio dei Primogeniti”. Il Consiglio promulga o abroga leggi, discute i piani di azione cittadini e le prese di posizioni del Dominio rispetto a problematiche di interesse pubblico.
  •         Principe: è il Vampiro che “possiede” un intero Dominio. Ne è padrone e ha il dovere di far rispettare ai propri sudditi le tradizioni della Camarilla e il diritto di amministrarne il potere come meglio crede. La parola del Principe è legge e nessuno può metterla in discussione, eccetto gli Arconti e i Conciliatori.
  •         Pretore Peregrino: è colui che, analogamente al Pretore Urbano, ha potere di impartire ordini ufficiali a qualsiasi cittadino, tuttavia la sua giurisdizione è coscritta esclusivamente a tutte le minacce esterne che minano la stabilità del Dominio. La risoluzione di problematiche che vedono coinvolti i Clan indipendenti, i Sabbatici o altre creature soprannaturali sono sua diretta responsabilità. Per ragioni di sicurezza solo il Pretore Urbano o il Pretore Peregrino possono arbitrariamente ignorare le sacre leggi dell’Elysium al fine di ristabilire l’ordine in situazioni complicate o frenetiche. Non può impartire ordini al Principe, al Siniscalco e al Pretore Urbano.
  •         Pretore Urbano: è colui che, analogamente al Pretore Peregrino, ha potere di impartire ordini ufficiali a qualsiasi cittadino, tuttavia la sua giurisdizione è coscritta esclusivamente a tutte le minacce interne che minano la stabilità del Dominio. Per ragioni di sicurezza solo il Pretore Urbano o il Pretore Peregrino possono arbitrariamente ignorare le sacre leggi dell’Elysium al fine di ristabilire l’ordine in situazioni complicate o frenetiche. Non può impartire ordini al Principe, al Siniscalco e al Pretore Peregrino.
  •         Siniscalco: è il braccio destro del Principe e in quanto tale la sua autorità è indiscussa all’interno del Dominio. Il Principe delega a lui problematiche o decisioni. In assenza del Principe ne fa le veci in toto e la sua parola diviene legge. Quando un Principe viene distrutto, va in torpore per lungo tempo, scompare o abbandona il Dominio, spesso è il Siniscalco a succedergli in quanto unico depositario di conoscenze riservate ed esperienza sul campo.
Nota bene:

Esistono altri titoli che possono sommare (o sottrarre) Status, ma se vorrete maggiori delucidazioni, dovrete affrontare gli Elisei Romani: li comprenderete sulla vostra pelle.