Logo Loading

Enter your keyword

Gli Altri

C’è una sola cosa al mondo peggiore del far parlare di sè: il non far parlare di sè.”   Oscar Wilde

Il tuo personaggio potrebbe incontrare Cainiti… particolari, che non frequentano normalmente gli Elisei della Camarilla. Eppure sono comunque conosciuti o, in alcuni casi, famigerati.

Nota Bene:

I Clan qui proposti non sono giocabili se non per motivi di Trama.

I Clan Indipendenti

“Libertà: non chiedere nulla. Non aspettarsi nulla. Non dipendere da niente.“ – Ayn Rand

Alcuni Clan indipendenti calcano le terre italiche: talvolta gli scambi con questi sono stati proficui, altre volte no. Ma a Roma vige la legge che se si rispettano le Tradizioni, chiunque può calcare il territorio.

I figli di Set hanno una sede stabile a Napoli da diversi Secoli: una situazione simile a quella dei Giovanni per i Romani. Talvolta fanno ambascerie più o meno stabili per questioni loro, ma di certo non arrivano mai per caso. Professano un culto abbastanza particolare, basato su alcune divinità dell’antico Egitto e hanno un atteggiamento al contempo viscido e schivo.

Gli Assamiti in passato hanno tentato di conquistare Roma, e qualche Anziano sicuramente non li vede assolutamente di buon occhio. Pare che siano perfetti per certi lavori delicati che riguardano la sicurezza di Roma e che da allora, il clan Tremere li abbia resi più… Mansueti. Sono quindi tollerati finché qualcuno di Roma garantisce per loro.

I Ravnos sono nomadi, e sono fortemente odiati a Roma: si dice che portino solo guai per i Cainiti e malattie per gli umani. Spesso quindi tentano di spacciarsi per altri Clan.

Tra i Clan indipendenti ci sono anche i Giovanni, ma a differenza degli altri, hanno ricevuto Status a Roma.

I Clan del Sabbat

“Chi cade in peccato è un uomo; chi se ne duole è un santo; chi se ne vanta è un diavolo.”  Thomas Fuller

Il Sabbat, il Nemico, l’Avversario, la Setta che va contro ogni dettame della logica: il Sabbat vuole far cadere la Masquerade e regnare indisturbati come Sovrani sul mondo mortale. Un impossibile e pericolosa utopia che già si è dimostrata fallace troppo volte.

Questa Setta fu fondata dalla maggioranza del Clan Lasombra, modellatori delle Ombre e dal misterioso Clan Tzimische, modellatori della Carne.

Il più terribile attacco del Sabbat verso Roma avvenne nella notte del 10 febbraio 1798, in concomitanza con un evento storico importante per Roma. Il Sabbat sfruttò il Caos per dare la Morte Ultima a numerosi Anziani Romani.

Guidati a quanto pare proprio da queste due stirpi.

Per decenni piccoli attacchi si susseguirono, fino alla loro quasi totale assenza. Ritirati nelle campagne Laziali, i Sabbatici accerchiano Roma come una nebbia velenosa: presente ma al contempo, intangibile.

Più di un Cainita andando in altre città è incappato in un attacco del Sabbat, e sono pochissimi i sopravvissuti che possono riferire di ciò che hanno visto: pazzi, con sembianze spesso disumane e predatorie, anticipati da cori e canti spettrali e urla disumane.

Non gli interessa trovare la morte ultima,

non gli interessa che qualcuno si salvi per raccontare le loro gesta,

Solo tortura, orrore e morte.

Eppure, come è possibile che degli animali creino piani tanto efficaci e perfetti come l’attacco del 1798? E la precisione della stilettata negli attacchi avvenuti successivamente? Una mente molto affilata devo comandare la mano di questa banda di carnefici.

Sangue Debole, Caitiff e linee di Sangue

“La mia era una famiglia povera, ma così povera, che nella scala sociale, dopo di noi, venivano soltanto gli animali da cortile.” Pino Caruso

Con i Secoli, i passi da Caino sono aumentati. Benché sia difficile per un infante ottenere il permesso di abbracciare, si è appurato anche grazie agli studi del Primogenito Malkavian in collaborazione con altri scienziati Cainiti di tutto il mondo, che oltre i quattordici passi, il sangue incominci a diluirsi… con effetti bizzarri. Per non parlare invece dei poveri infanti abbandonati a loro stessi che non sanno niente del loro destino e del loro passato, sviluppando con difficoltà poteri casuali con possibili infrazioni della Masquerade. Per fortuna a Roma questo non succede, grazie alla grande attenzione di tutti. Pare inoltre che alcuni Clan, durante i secoli, abbiano sviluppato linee di sangue secondarie, con poteri (e difetti) simili, ma diversi dal progenitore iniziale. Un esempio famoso sono i Gangrel, che si dividono in due categorie: un clan prende sembianze di animali boschivi e ferali, l’altra di animali di città e sono più schivi. Questa divisione però deve essere avvenuta talmente tanti secoli fa che guai a dire che una delle due è la linea di Sangue dell’altra! A Roma però non abbiamo altri esempi, o forse sono nascosti all’interno dei Clan di appartenenza.

Altri esseri nascosti

“Regala la tua assenza a chi non dà valore alla tua presenza.”  Oscar Wilde

 

Molte altre razze si nascondono alla vista nel Mondo di Tenebra: come i Vampiri, anche loro sono costretti ad una sorta di Masquerade, forse per motivi diversi.

Tra i conosciuti ci sono sicuramente i Lupi Mannari, che odiano e disprezzano i Cainiti per motivi che solo loro sanno, ma per fortuna sono relegati a zone fuori Roma, o almeno a Roma non si fanno vedere nella forma da “battaglia”.

Anche i Fantasmi sono comunemente accettati come esseri esistenti: molti Cainiti non li hanno mai visti, ma i Giovanni ci hanno costruito la loro fortuna a Roma, perché pare che possano diventare estremamente distruttivi, sopratutto in presenza di Cainiti. E di certo gli Anziani a Roma non concedono favori solo per delle favolette dell’orrore: un fondo di verità ci deve essere.

E se esistono questi, chi può veramente negare l’esistenza di altri Esseri che si celano alla vista di tutti, compresi ai Cainiti?